Test genetici

La conoscenza del proprio DNA permette di identificare la presenza di una predisposizione ad alcune intolleranze alimentari e patologie alimentari. Attraverso i test genetici di nutrizione è possibile studiare la variabilità di risposta individuale all’alimento o al costituente in esso contenuto e conseguentemente potrà indirizzare verso scelte alimentari più opportune al fine di evitare la comparsa della patologia.

test-genetici-1

Come si svolge il test?

In studio verrà effettuato un tampone buccale che sarà inviato al laboratorio Allergoline dove verrà estratto ed amplificato il DNA al fine di individuare la presenza di una predisposizione ad alcune patologie-intolleranze. Entro pochi giorni dal prelievo verrà inviato il referto e saranno consegnate le linee guida nutrizionali da seguire in caso di positività a uno o più test.

Quali test?

  • Intolleranza al lattosio (permette di individuare la predisposizione ad un alterato metabolismo del lattosio, zucchero contenuto nel latte e nella maggior parte dei suoi derivati)
  • Intolleranza al glutine (permette di individuare la predisposizione alla celiachia sia in soggetti sintomatici che in soggetti asintomatici)
  • Metabolismo della vitamina D (la presenza dei 3 polimorfismi può ridurre la capacità di assimilare e utilizzare la proteina. La vitamina D è coinvolta nel metabolismo del calcio, nelle patologie cardiovascolari, nellla sindrome metabolica, nell’obesità)
  • Metabolismo dell’acido folico (l’acido folico è fondamentale in molte fasi della vita di una donna ma anche in condizioni come le patologie cardiovascolari)
  • Metabolismo dei lipidi (questo test è indicato per chi ha valori elevati di colesterolo e/o trigliceridi, con tendenza ad aumento di peso, per chi fatica a perdere peso e in caso di familiarità per le malattie cardiovascolari)
  • Obesità (il test individua la predisposizione genetica al sovrappeso, alla difficoltà di perdere peso o a mantenerlo)
  • Metabolismo degli zuccheri (lo screening condotto soprattutto in giovane età permette di attuare strategie nutrizionali preventive per contrastare l’insorgenza del diabete tipo 2)

In caso di positività a uno o più test verrà elaborato un piano nutrizionale apposito che preveda l’esclusione di certi alimenti e la presenza di altri secondo le necessità.

Contattami per maggiori informazioni e prenotazioni

Contatti